lunedì 7 luglio 2008

Anche Apecchio ha partecipato alla tre giorni di G.I.

Gioventù Italiana: il futuro appartiene a noi

In molti avrebbero pensato che finita la campagna elettorale il nostro partito si sarebbe sciolto come neve al sole, in molti lo avrebbero pensato, in tanti lo speravano.Oggi noi abbiamo dimostrato che così non è e tanto meno lo sarà. Nella tre giorni di Gioventù Italiana, una legione di giovani si è riversata con entusiasmo e volontà per ribadire a tutta l'Italia che in questo paese vi è ancora una Destra sociale che non teme ne nemici ne futuro.In faccia al mondo abbiamo costruito un movimento giovanile degno di appartenere a questo partito, giovani capaci di offrire nuove idee e di essere scuola di pensiero, senza rinnegare, senza restaurare, ma conservando in cuore e in viso quel carattere proprio della militanza di lotta e di passione.Sono stati tre giorni entusiasmanti, vissuti al fianco dei vertici de la Destra. Francesco Storace e Teodoro Buontempo si sono calati nelle vesti di padri politici della nostra comunità, ritornando a respirare quell'aria carica della voglia e della determinazione di esserci ancora, senza velleità o aspirazioni di alcun genere, un'aria nuova, un vento che soffia a destra senza nessun compromesso, senza il timore delle spire del futuro.Abbiamo finalmente costruito una nuova comunità, una nuova elite di ragazzi che vogliono offrire alla loro gioventù la possibilità di fare parte di un movimento che come obbiettivo non si prefigge meri scopi elettorali, ma la volontà di cambiare il mondo.Noi scagliamo la pietra aldilà del cielo, di essa il nostro Dio ne farà una stella, è la stella del nostro movimento, che oggi brilla più che mai nella determinazione di iniziare un cammino che ci porti lontano.Con il Cuore ringrazio tutti quelli che hanno permesso questa tre giorni, partendo dalla comunità abruzzese che ha ospitato questo evento.Ora ci spettano le nuove sfide del futuro. Con il Coordinatore Alberto Arrighi vogliamo concretizzare la nostra azione politica, partendo proprio dal prossimo appuntamento di Orvieto, dove il nostro movimento non ha alcuna intenzione di essere ospite o pubblico.Ad Orvieto il partito avrà l'occasione di vedersi prima del primo congresso, discutendo della politica di governo e della nostra collocazione rispetto ad esso.In quella sede vorremo dare il nostro contributo riconfermando la nostra ampia fiducia a chi ha fondato questo partito e a chi ne ha fatto una realtà concreta . Francesco Storace e Tedoro Buontempo hanno l'onere e l'onore di essere la nostra voce, una voce che non si piega dinnanzi a nessuno e che non ha nessuna intenzione di mettere il saldo il nostro simbolo.Finalmente l'Italia ha nuovamente la sua Destra giovanile, il suo nome è Gioventù Italiana.
Avanti Legione
Luca Lorenzi, Segretario Nazionale Organizzazione

3 commenti:

Anonimo ha detto...

E' stata una 3 giorni entusiasmante in cui si ha avuto la possibilità di conoscere la grande comunità nazionale di cui facciamo parte e saldare nuovi legami camerateschi tra i gruppi militanti dei diversi territori. Spero che questo partito cresca e diventi forte, così come è più forte da oggi il rapporto personale dei suoi militanti e quadri dirigenti.
In alto i cuori!
Alessandro Schirosi - Brindisi

Camerata Remo ha detto...

un romano saluto al camerata Giacomo Rossi che era con Noi a Rocca di Mezzo...sei un grande!..

ci vediamo ad Orvieto!..

Il camerata Remo da Foggia!

CIRCOLO NERONE-LA DESTRA ha detto...

Un saluto anche a te remo e a tutti i camerati pugliesi...

Siamo forti!

Giacomo Rossi